3 mila licenziamenti in Microsoft

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle lancia Penguin 3.0 (e Pirate 2.0)
  • SuccessivoMark Zuckerberg pianifica investimenti nella realtà virtuale
3 mila licenziamenti in Microsoft

I vertici della Casa di Redmond avrebbero deciso di mandare a casa ben 3 mila lavoratori, questa iniziativa rappresenterebbe però soltanto una porzione della vasta campagna di "ristrutturazione aziendale" pianificata dall'azienda di Satya Nadella e soci; quest'ultima dovrebbe portare ad un taglio di ben 18 mila dipendenti entro il mese di gennaio del prossimo anno.

In sostanza ci troveremmo di fronte alla terza fase di un processo di rimozione delle "posizioni ridondanti" iniziato alcuni mesi fa; dopo l'acquisizione della divisione dispositivi e servizi della Nokia Big M lincenziò quasi da subito circa 13 mila collaboratori, questi ultimi furono seguiti da altri 2.100 colleghi ritrovatisi senza lavoro.

Continua dopo la pubblicità...

E' comunque da sottolineare che i licenziamenti effettuati fino ad ora non avrebbero colpito soltanto i dipendenti "ereditati" dal colosso finlandese acquisito per oltre 7 miliardi di dollari, ma anche alcuni comparti della stessa Microsoft; tra di essi in particolare la divisione che si occupa dell'implementazione dei sistemi operativi Windows.

Una volta mandati a casa anche i 3 mila lavoratori già citati, dovrebbe arrivare il turno di altri 400 dipendenti destinati a cercarsi un'altra occupazione, ma secondo alcuni analisti questo numero potrebbe crescere ulteriormente se il consiglio di amministrazione dovesse identificare ulteriori occasioni per l'"ottimizzazione dei costi" da qui a gennaio.

Con l'acquisizione del controllo sul ramo d'azienda più importante della Nokia la forza lavoro di Redmond è cresciuta quasi all'improvviso fino ad oltre 125 unità, una quantità di lavoratori considerata eccessiva sia dai responsabili di Big M che dagli investitori, per cui alla fine la logica di profitto ha prevalso sugli interessi privati di migliaia di collaboratori.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.