5 milioni di volte Raspberry Pi

Secondo quanto comunicato dagli stessi responsabili del progetto, fino ad ora la single-board Raspberry Pi sarebbe stata venduta già 5 milioni di volte; un risultato veramente molto importante per i creatori di un dispositivo hardware il cui sviluppo, totalmente indipendente, non può contare sui capitali di gruppi multinazionali.

Tale risultato sarebbe stato raggiunto nel corso di appena un triennnio e attreverso le poche versioni di due modelli commercializzati per appena 20 e 35 dollari il pezzo; ad oggi anche i grandi dell'high tech si starebbero rendendo conto di questo exploit, è per esempio notizia recente di Microsoft che Windows 10 supporterà tale scheda.

Continua dopo la pubblicità...

Raspberry Pi "Model B", che è in pratica la prima release del device ARM, sarebbe stata anche la versione che fino ad ora ha venduto di più, con ben 3 milioni di esemplari ceduti; l'aggiornamento successivo, cioè il "Model B+" il cui rilascio risale allo scorso luglio, sarebbe arrivato a circa 1.5 milioni di copie distribuite.

Buoni anche i risultati conseguiti dal "Model A" e dal "Model A+", in pratica le due proposte meno costose della famiglia Raspberry Pi, così come dal recentissimo "Raspberry Pi 2" che è divenuto disponibile soltanto ad inizio febbraio. Per queste ultime parliamo di circa mezzo milione di esemplari commercializzati

Certo il brand di riferimento si rivelerebbe ancora un fattore in grado di fare la differenza (e forse i marchi non sono mai stati così importanti come oggi), basti pensare che l'Apple Watch sarebbe stato già pre-ordinato ben 5 milioni di volte senza che ad oggi se ne conoscano le specifiche, ma Raspberry Pi dimostrerebbe che c'è ancora spazio per le piccole realtà.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.