Accenture acquisisce Deja vu per la sicurezza dell'IoT

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFacebook: le PMI italiane vanno digitalizzate
  • SuccessivoLibra: anche l'Europa chiede chiarimenti a Facebook

I responsabili della statunitense Accenture, società di servizi tecnologici che conta oltre 440 mila dipendenti in tutto il Mondo, avrebbero confermato ufficialmente l'acquisizione della Deja vu Security, azienda il cui core business è dedicato alla realizzazione di soluzioni per la sicurezza dell'IoT (Internet of Things) in ambito enterprise.

Lo scopo di questa operazione dovrebbe essere il rafforzamento della divisione Cyber Defense di Accenture Security con un conseguente miglioramento dell'offerta. La sicurezza non è sempre la priorità per chi realizza piattaforme basate sugli oggetti connessi, per questo motivo Accenture vorrebbe sfruttare il know-how di Deja vu per inserire tale elemento a monte della filiera produttiva.

Quella dell'azienda guidata da David P. Rowland non è una semplice ipotesi, ma una tesi sostenuta da previsioni che parlano di costi aggiuntivi e perdite d'esercizio pari a circa 5.200 miliardi di dollari nel corso dei prossimi 5 anni soltanto a causa di attacchi informatici sferrati da utenti malintenzionati contro le infrastrutture IoT.

Il rischio è che strategie di business fortemente orientate all'immediatezza del deployment (il passaggio delle applicazioni e dei dispositivi alla fase di commercializzazione) portino ad ignorare l'importanza delle più elementari contromisure per la sicurezza. Tutto ciò con il pericolo che le attività dei cyber criminali colpiscano direttamente asset strategici a livello aziendale.

Improvvise interruzioni di servizio, data breach con sottrazione, distruzione o perdita dei dati personali e spionaggio industriale sono soltanto alcune delle minacce contro le quali gli attori economici dovranno confrontarsi in un contesto in cu ad essere always connected non saranno soltanto gli utenti con i propri device mobili, ma anche i loro oggetti.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.