Le accuse della UE contro Google

Le accuse della UE contro Google

Le voci che volevano la UE pronta a formalizzare le proprie accuse contro l'operato di Google si sarebbero concretizzate andando al di là delle attese; infatti oltre alla già nota questione riguardante la posizione dominante di Mountain View nel mercato delle ricerche, l'Antitrust avrebbe dato vita ad un'ulteriore indagine relativa al sistema operativo mobile Android.

Relativamente alle query, l'Unione avrebbe deciso di circostanziare le proprie istanze ad alcune piattaforme come per esempio Google Shopping, queste ultime (e si potrebbe citare anche il sevizio di Big G per la prenotazione dei voli aerei) verrebbero condotte da Larry Page e soci in violazione delle normative sulla concorrenza in vigore per gli stati membri.

Continua dopo la pubblicità...

Sostanzialmente tali servizi agirebbero sì in un contesto concorrenziale, ma quest'ultimo e quindi le aziende operanti nei medesimi settori sarebbero limitati dal fatto che Google collega direttamente tutte le funzionalità aggiuntive al proprio network generalista, favorendo così i prodotti propri e quelli delle società partner.

In pratica, disponendo di un motore di ricerca che in alcuni paesi arriverebbe a sfiorare un market place del 90%, il gruppo californiano non potrebbe affermare che realtà come il già citato Shopping o Google Product Search agiscano indipendentemente da un bacino di consumatori composto da centinaia di milioni di utenti fornito dal proprio motore di ricerca.

Per quanto riguarda invece il Robottino Verde, l'interesse dell'autorità europea sarebbe attualmente concentrato sul contratto che lega questo sistema operativo alle software house e agli sviluppatori di applicazioni per i dispositivi mobili; preoccuperebbe in particolare la possibilità che Android abbia impedito l'ingresso sul mercato di altre piattaforme.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.