Alexa e Assistente Google meglio di Siri?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteWhatsApp: no ai dati condivisi con Facebook
  • SuccessivoAndroid Wear cambia nome e diventa Wear OS

Acuni ex dipendenti della Mela Morsicata avrebbero approfittato dello spazio offerto dalle pagine di The Information per criticare aspramente il modo in cui viene gestito lo sviluppo dell'assistente intelligente Siri. A loro parere infatti, l'applicazione sarebbe ora in netto ritardo rispetto a concorrenti come Alexa (Amazon) e Assistente Google.

Alla base di tali problematiche vi sarebbe l'incapacità da parte degli ingegneri coinvolti nel progetto di trovare un accordo riguardo alle funzionalità da implementare e alle modalità con cui realizzarle. Non vi sarebbe una linea comune neanche per quanto riguarda le finalità della piattaforma: per alcuni un "informatore" digitale, per altri un vero e proprio "assistente" in grado di aiutare gli utilizzatori.

Continua dopo la pubblicità...

A pagare le conseguenze di questo stato di cose sarebbe stato anche SiriKit, il set di librerie e tool che consente agli sviluppatori di terze parti di creare applicazioni e servizi in grado di interagire con Siri. Lanciato circa 2 anni fa, il developer kit sarebbe stato abbandonato da diversi responsabili che si occupavano del suo miglioramento.

E' comunque possibile che le cose possano cambiare presto e radicalmente con il rilascio di iOS 12, soprattutto in considerazione del fatto che ad oggi il team che fa capo a Siri non è più quello guidato da Eddy Cue (divisione "Internet software e servizi"), ma quello capitanato da Craig Federighi ("Software Engineering").

Le rivelazioni riportate fanno riferimento a fonti che hanno voluto rimanere anonime, quindi è difficile verificarne l'attendibilità. Il fatto che esse abbiano fissato nel giorno della morte di Steve Jobs il momento in cui Siri ha cominciato a declinare farebbe pensare a dei contrasti con l'attuale dirigenza che trova in Tim Cook il suo vertice.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.