Allenza anti Google tra Cyanogen e Microsoft

I responsabili della Casa di Redmond e quelli di Cyanogen avrebbero raggiunto recentemente un accordo che in futuro dovrebbe portare le funzionalità del network di Microsoft in Cyanogen OS, la ROM per i dispositivi mobili basati sul sistema operativo Android conosciuta fino a qualche tempo fa con il nome di "CyanogenMod".

Questa alleanza non giungerebbe del tutto inattesa, di un avvicinamento tra le due società se ne parlava infatti già lo scorso gennaio; grazie ad essa Big M potrebbe riuscire ad estendere l'ambito di utilizzo delle proprie applicazioni in un sistema operativo giunto alla versione 12 e attualmente installato in non meno di 50 milioni di device.

Continua dopo la pubblicità...

Questa partnership sarebbe stata ottenuta in particolare per volontà di Kirt McMaster, amministratore delegato di Cyanogen, da tempo impegnato in una politica d'espansione mirata a rendere Cyanogen OS il terzo sistema operativo più utilizzato nell'ecosistema mobile dopo il già citato Robottino Verde e l'iOS della Casa di Cupertino.

L'obbiettivo di McMaster verrà sicuramente semplificato dalla collaborazione con Satya Nadella e soci, ma per Cyanogen OS permane comunque un limite, trattandosi infatti di una piattaforma destinata ai dispositivi Android essa dovrà essere installata al posto di una soluzione di default che nativamente offre le applicazioni di Mountain View.

Se i futuri lavori di implementazione del sistema dovessere essere condotti secondo accordi, presto su Cyanogen OS dovrebbe essere possibile utilizzare in bundle software per la messaggistica, la produttività il Cloud Computing e le ricerche online come per esempio Skype, OneDrive, OneNote, Outlook, Office e Bing.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.