Android "O" limita i processi di background

Android "O" limita i processi di background

Una della più importanti caratteristiche di Android 8.0 ("Oreo") dovrebbe essere una politica molto severa nella gestione dei processi di background; gli sviluppatori di Mountain View desiderano che questi vengano ridotti al minimo, ma non è detto che tale impostazione debba incontrare necessariamente i favori dei produttori di smartphone basati sul Robottino Verde

Si tratta di una scelta formulata appositamente per massimizzare le prestazioni, meno processi di background si traducono in un minore impiego del processore e della memoria RAM, ne consegue una user experience migliorata grazie alla possibilità di utilizzare dispositivi più performanti. Ciò senza contare il prevedibile impatto positivo sulla durata delle batterie.

Quando si parla di processi di background ci si riferisce ad applicazioni che continuano ad operare e a persistere in memoria anche quando esse non vengono utilizzate; le App che funzionano in questo modo sono numerose e buona parte di esse fanno riferimento a servizi introdotti dai produttori sui loro device. Si pensi per esempio alle varie interfacce personalizzate.

I maggiori problemi, e contrasti con Big G, potrebbero derivare proprio dalle UI; secondo alcuni analisti infatti, diverse case produttrici avrebbero già in progetto di bypassare le specifiche di Android "O" proprio relativamente a questo aspetto. Quali potrebbero essere le contromisure di Google in un caso del genere?.

Continua dopo la pubblicità...

Probabilmente nei prossimi mesi si assisterà ad un vero e proprio braccio di ferro tra i soggetti coinvolti; da tempo Mountain View sta premendo perché la user experience su Android sia quanto più omogenea possibile, ciò per combattere la frammentazione e proporre un standard alternativo ad iOS, quindi l'azienda californiana non ha mai visto di buon occhio le personalizzazioni dei produttori.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.