Apple chiude Ping, sfortunato social network musicale

Apple chiude Ping, sfortunato social network musicale

In data 30 Settembre 2012 Apple ha chiuso il progetto Ping, il social network musicale voluto da Steve Jobs che venne integrato, a partire nel 2010, all'interno della piattaforma iTunes. A confermare la notizia della chiusura di Ping è stato lo stesso Tim Cook in occasione dell'evento AllThingsDigital.

Il progetto, in realtà, era partito coi migliori auspici: voluto dal guru di Apple, Ping venne integrato in iTunes e lanciato in grande stile: in sole 48 ore dal suo lancio, infatti, Ping poteva già contare qualcosa come 1 milione di iscritti (oltre alla platea vastissima di utilizzatori di iTunes).

Continua dopo la pubblicità...

Ma cosa è andato storto, allora? Difficile a dirsi. In realtà il grosso problema di Ping sembra quello di non essere riuscito a creare affezione nei propri utenti. La mancata integrazione con Facebook, secondo alcuni, sarebbe tra i principali responsabili del mancato successo della piattaforma nata per offrire agli utenti un luogo ideale per la condivisione dei propri gusti musicali con gli amici.

A determinare il fallimento dell'iniziativa di Apple, inoltre, vi sarebbe anche una "scarsa convinzione" dei vertici di Cupertino: Ping, infatti, fu una delle ultime creature di Jobs il quale, probabilmente, non ebbe il tempo per trasformare il progetto in uno dei suoi clamorosi successi. Con l'abbandono di Jobs e con la sua successiva scomparsa, quindi, i vertici di Apple hanno preferito non investire risorse sul mercato dei social network (ritenuto troppo rischioso e poco redditizio) per concentrarsi sul proprio core business.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.