Apple e metaverso: realityOS diventa xrOS

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Apple e metaverso: realityOS diventa xrOS

realityOS è un nome registrato dalla Casa di Cupertino nella prima metà del 2022, quando se ne ebbe notizia tutti furono convinti che il sistema operativo del visore Apple per la Realtà Virtuale e la Realtà Aumentata si sarebbe chiamato in questo modo. Una tesi sostenuta anche dall'ipotesi che il nome di tale dispositivo dovesse essere Reality One.

Nelle ultime ore tali previsioni sarebbe state però smentite, anche se non ufficialmente, da un leak pubblicato su Bloomberg. Una fonte interna al gruppo capitanato da Tim Cook avrebbe infatti affermato che la piattaforma su cui si baserà il visore non verrà chiamata realityOS ma xrOS. Praticamente Apple avrebbe cambiato idea in corso d'opera.

Il nome xrOS dovrebbe essere l'acronico di "eXtended Reality Operating System", esso potrebbe quindi proporre il concetto di Realtà Estesa per differenziarsi da altre proposte come quelle di Microsoft e Facebook che puntano specificatamente su progetti dedicati ad esperinze immersive in Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e Mixed Reality.

A parere di alcuni analisti, l'interesse della Mela Morsicata per questo tipo di software e hardware sarebbe legato all'esigenza di mostrare agli azionisti che anche Apple potrebbe essere in grado di competere nel metaverso. Per questo motivo è possibile che il primo visore potrebbe essere molto costoso e destinato ad un segmento ristretto di utenti.

Solo successivamente l'azienda californiana dovrebbe proporre un'alternativa meno dispendiosa. Per il momento l'idea sarebbe però quella di certificare la propria presenza nel mercato dei mondi virtuali, del resto l'ultima versione del Meta Quest Pro di Meta è anch'essa estremamente costosa (circa 1.800 euro) e non certo pensata per il grande pubblico.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti