Apple Pay supporterà le transazioni tra privati

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteTensorFlow: l'intelligenza artificiale di Google è Open Source
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Apple Pay supporterà le transazioni tra privati

Apple Pay, la piattaforma per i pagamenti tramite i dispositivi mobili della Casa di Cupertino, è stata concepita per permettere ai possessori di un melafonino di effettuare transazioni all'interno dei negozi fisici che la supportano; non è però escluso che in breve tempo il servizio consenta gli scambi di denaro anche tra gli utenti privati.

Nel caso tale progetto dovesse vedere effettivamente la luce, e alcune indiscrezioni pubblicate di recente dal Wall Street Journal lo confermerebbero, Apple Pay potrebbe entrare in concorrenza diretta con altre realtà come per esempio PayPal e Facebook Messenger che già mettono a disposizione delle funzionalità simili.

L'azienda capitanata da Tim Cook non avrebbe diffuso alcuna conferma in merito, ma le anticipazioni non sono nello stile del gruppo californiano; i rumors attualmente circolanti farebbero però riferimento ad un periodo per il momento imprecisato del prossimo anno nel quale gli utilizzatori di iPhone potranno effettuare transazioni tra loro.

I maggiori oppositori a questo tipo di piattaforme sembrerebbero essere gli istituti bancari, ma la cosa non dovrebbe stupire; infatti, dando la possibilità alle persone di trasferire somme di denaro più o meno elevate grazie all'ausilio di un'applicazione potrebbe pregiudicare in futuro l'attività creditizia svolta tramite gli sportelli dei bancomat.

Una delle società più floride tra quelle che già operano online nei servizi per gli scambi tra privati è la Venmo; ad oggi quest'ultima veicolerebbe circa il 19% di tutte le transazioni tra utenti che avvengono nel territorio degli Stati Uniti. Parliamo di un giro d'affari pari a ben 2.1 miliardi di dollari soltanto nel corso del secondo quarto del 2015.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti