Apple: da settembre si torna in ufficio

Apple: da settembre si torna in ufficio

In virtù di una campagna vaccinale che negli Stati Uniti è stata condotta con grande successo e di un'emergenza pandemica sempre più alle spalle, i dirigenti della Casa di Cupertino starebbero organizzando un ritorno in grande stile dei propri dipendenti presso i propri uffici. Lo smart working non verrà del tutto abbandonato ma proseguirà come una delle modalità di lavoro disponibili.

Come tutte le principali compagnie dell'High Tech, all'inizio della scorsa primavera (e dopo le prime avvisaglie del contagio mondiale da Coronavirus) Apple aveva deciso in modo abbastanza tempestivo di destinare i propri collaboratori al lavoro da remoto. Ora la situazione dovrebbe tornare almeno parzialmente alla normalità a partire da settembre.

In un comunicato interno appositamente dedicato all'argomento, Tim Cook e soci avrebbero richiesto ai lavoratori del gruppo di passare almeno 3 giorni della propria settimana lavorativa presso le sedi aziendali. Lunedì, martedì e giovedì dovrebbero poi essere considerati i giorni ideali per il lavoro in ufficio, probabilmente perché considerati i più produttivi.

Come sottolineato dallo stesso CEO della società, la possibilità di comunicare tramite videoconferenze avrebbe permesso di mantenere vivi i contatti tra dipendenti che per ragioni legate allo loro incolumità personale non potevano incontrarsi di persona, il lavoro di gruppo "in presenza" sarebbe però caratterizzato da dinamiche che non possono essere replicate virtualmente.

Continua dopo la pubblicità...

Come anticipato, lo smart working verrà comunque mantenuto e durante l'anno i lavoratori potranno scegliere due settimane di fila durante le quali operare esclusivamente da remoto. In ogni caso, tra tutte le grandi aziende del Web e della tecnologia Apple sembrerebbe essere una delle meno favorevoli ad un abbandono definitivo degli uffici.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.