Apple tratta con la SIAE per iTunes Match

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteLa rivincita dei commentatori anonimi
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Apple tratta con la SIAE per iTunes Match

La casa di Cupertino sarebbe in trattativa con la SIAE (Società Italiana degli Autori ed Editori) per portare nel nostro Paese il servizio iTunes Match, una vera e propria formula per la regolarizzazione (una sorta di "condono") dei file musicali scaricati da un utente dalla Rete.

iTunes Match funziona in modo abbastanza semplice, negli USA per esempio è possibile accedervi pagando un forfait pari a 24,99 dollari, il servizio analizzerà le tracce presenti nell'hard disk e consentirà di accedere ai corrispondenti file contenuti nel catalogo iTunes.

Ci guadagna così la Apple grazie ad una tariffa fissa, ci guadagnano le case discografiche che in questo modo recuperano soldi anche dai brani originariamente piratati e, infine, ci guadagnano gli utenti che possono fruire di una qualità di riproduzione superiore.

iTunes Match sarebbe al momento già disponibile in alcuni paesi del Vecchio Continente come per esempio la Gran Bretagna, la Francia e la Germania, fa per ora eccezione l'Italia dove comunque la SIAE non si sarebbe dimostrata contraria all'iniziativa.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.