Attacco informatico contro Spotify

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email

Dopo il colosso delle aste online Ebay anche il servizio per lo streaming musicale Spotify avrebbe subito un attacco informatico che sarebbe stato confermato dagli stessi gestori della piattaforma attraverso un comunicato sul proprio blog ufficiale.

Secondo le informazioni attualmente disponibili, l'attaccante sarebbe riuscito a violare i sistemi di sicurezza di Spotify accedendo ad alcuni dati personali nonché ad informazioni societarie; password e dati finanziari non sarebbero comunque finiti nelle mani di estranei.

L'incursione avrebbe riguardato in particolare gli utenti in possesso di dispositivi basati sul sistema operativo mobile Android, a questi ultimi viene consigliato di procedere quanto prima ad un aggiornamento dell'applicazione per Spotify; la versione per iOS non dovrebbe essere interessata dal problema.

Gli sviluppatori dell'azienda avrebbero promesso che il livello della sicurezza del servizio verrà presto incrementato; in ogni caso, è possibile che nel corso delle prossime ore Spotify decida di richiedere un reset delle credenziali utilizzate ai propri utenti.

Aggiornamento del 31/05/2014: secondo quanto ci è stato comunicato direttamente da Spotify, dall'indagine risulta essere stato effettuato un unico accesso ai dati di un solo utente e tale accesso non ha riguardato alcuna informazione relativa a password, dettagli o modalità di pagamento.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti