Attacco iraniano contro Twitter

Attacco iraniano contro Twitter

Durante la notte del 17 dicembre tra le 22 e le 23, il servizio di microblogging Twitter è stato bloccato attraverso un attacco informatico lanciato da un gruppo di hacker appartenente alla non meglio precisata crew denominata Iranian Cyber Army.

A colpire uno dei più grandi servizi di social networking della Rete, sarebbe stato un vero è proprio defacement, l'home page di Twitter è stata infatti modificata e sostituita con un altra in cui era presente un messaggio per la rivendicazione della paternità dell'attacco, un indirizzo email e una bandiera verde.

Continua dopo la pubblicità...

"Questo sito è stato hackerato dalla Iranian Cyber Army", questo il laconico messaggio postato dagli hackers corredato da un indirizzo di Gmail a cui inviare posta elettronica e da un testo inneggiante alla capacità di difesa dell'Iran contro gli esperti informatici degli USA.

Il defacement sarebbe un segnale lanciato contro gli Stati Uniti in seguito alle recenti pressioni americane perché l'Iran cessi i sui test nucleari sospettati di finalità militari; all'embargo economico il regime di Teheran risponde con un embargo digitale.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.