Aumentano i casi di furto d'identità sul Web

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email

Secondo una recente rilevazione svolta per conto del D.A.S. (gruppo Generali), ad oggi la percentuale degli Italiani che avrebbero subito un qualche tipo di raggiro su Internet sarebbe pari a circa 22.3 punti; importante il dato legato ai furti di identità sui social network che si attesterebbe al 13.3%.

Nel complesso, attualmente ben il 70% degli intervistati che possiedono un account su un network sociale (Facebook, Twitter o simili) si sentirebbe in qualche modo esposto al pericolo che malintenzionati possano prenderne possesso e agire a loro nome.

Tra le preoccupazioni più diffuse relativamente ai furti di identità, vi sarebbe in primo luogo la possibilità che estranei eseguano acquisti in Rete tramite dati finanziari trafugati (44%) e, a breve distanza (38%), che i cyber-criminali possano impersonare onesti cittadini per compiere truffe.

Meno sentito, ma comunque diffuso, l'allarme riguardante l'appropriazione indebita di dati bancari (35%); D.A.S., che come anticipato ha promosso la ricerca, presenta oggi un'offerta chiamata "Difesa Web" dedicata alla prevenzione e alla copertura assicurativa contro i furti d'identità online.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti