Berners-Lee: 9 regole per rifondare Internet

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle: Smart Compose per il completamento automatico dei testi
  • SuccessivoTim Cook: anche gli USA hanno bisogno della GDPR
Berners-Lee: 9 regole per rifondare Internet

Tim Berners Lee, noto per essere uno dei "padri" della Rete, e la Web Foundation hanno dato vita all'iniziativa denominata "Contratto per il Web" con lo scopo di collaborare con istituzioni, aziende e utenti per riportare Internet ai principi per il quale era stato creato: accesso democratico alle informazioni, neutralità, riservatezza e innovazione.

9 le regole promosse tramite l'hashtag #WebWeWant, le prime 3 riguardano i governi che vengono chiamati in causa per garantire un costo medio per singolo GB di traffico dati inferiore del 2% rispetto a quello attuale entro il 2025, la disponibilità ininterrotta dell'accesso al Web e normative che garantiscano il rispetto della privacy.

Continua dopo la pubblicità...

Alle aziende viene chiesto invece di evitare quanto più possibile le proposte legate a prodotti esclusivi e quindi inaccessibili per buona parte degli utenti, di fornire a questi ultimi il pieno controllo sui propri dati personali per costruire un clima di maggiore fiducia e di investire su stardard aperti in modo che tutti possano contribuire al miglioramento della Rete.

Gli utenti, infine, dovranno assumere un ruolo nello stesso tempo creativo e collaborativo, soprattutto promuovendo il ricorso a licenza Open Source, popolare partecipare a community che combattano qualsiasi tentativo di esclusione o di abuso, nonché lottare attivamente per impedire qualsiasi intervento istituzionale mirato a colpire la democrazia su Internet.

Per sostenere il "Contratto per il Web" è stato recentemente pubblicato un sito Web con cui è possibile esprimere formalmente il proprio appoggio, tra le numerose aziende dell'High Tech che hanno già aderito vi sono nomi del calibro di Google, Facebook, Twitter, GitHub (a sua volta una controllata della Casa di Redmond) e Microsoft.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.