Blogger italiano condannato per stampa clandestina

Blogger italiano condannato per stampa clandestina

Carlo Ruta ha gestito per anni un blog intitolato "Accadde in Sicilia", pagine Web che trattano temi difficili in una terra in cui è difficile fare informazione su determinati argomenti, come per esempio gli omicidi di Mafia. Per questo motivo è stato condannato.

Invece di essere premiato per il suo impegno, sua l'inchiesta che ha tentato di chiarire le circostanze attorno alla morte del giornalista Giovanni Spampinato, Ruta si è visto condannare per il reato di "stampa clandestina" sulla base di una legge che risale al 1948.

Continua dopo la pubblicità...

Fortunatamente il blogger non rischia la galera per il suo "crimine", gli sono comunque stati comminati 150 Euro di multa e 5 mila Euro di spese giudiziarie; una brutta pagina di cronaca giudiziaria che rischia di essere un segnale negativo per lo stato della libera informazione in Rete.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.