Caso Btjunkie: oscurato ProxyItalia.com

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteAnche Microsoft prepara il suo social network?
  • SuccessivoIl precario che (tramite Facebook) fa tremare la Casta

Come conferma un recente comunicato proveniente dal comando della Fiamme Gialle del capoluogo sardo, il sito Web Proxyitalia.com è stato oscurato in quanto permetteva l'accesso alle pagine di Btjunkie.org, anch'esso reso inaccessibile per un'ordinanza dei magistrati di Cagliari.

Anche le misure prese contro Proxyitalia.com rientrano nell'ormai conosciutissima operazione denominata Poisonous Dahlia, condotta dalla Guardia di Finanza isolana contro la condivisione illecita di contenuti protetti da diritto d'autore tramite protocollo BitTorrent.

Continua dopo la pubblicità...

Gli uomini della Plizia Tributaria avrebbero sottolineato il fatto che Proxyitalia.com sarebbe stato creato appositamente per consentire l'accesso a Btjunkie a coloro che desideravano comunque raggiungere le sue pagine nonostante le decisioni del giudice.

A conferma delle tesi delle Fiamme Gialle, vi sarebbe il fatto che il nome a dominio Proxyitalia.com sarebbe stato registrato proprio il giorno in cui era stata diramata l'ordinanza giudiziaria che imponeva l'oscuramente di BtJunkie.org e del suo contenuto.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.