Chiusi due falsi apple store in Cina

Chiusi due falsi apple store in Cina

In una precedente news avevamo segnalato l'inchiesta condotta da una blogger americana residente in Cina che aveva visitato un falso Apple Store pubblicando numerose immagini a testimonianza del fatto che questo fosse spacciato come autentico.

Dopo lo scandalo, che ha fatto il giro del mondo, le autorità cinesi hanno deciso di intervenire con il pugno di ferro disponendo la chiusura dei due finti Apple Store nella città di Kunming, capoluogo della provincia dello Yunnan.

Continua dopo la pubblicità...

Nel caso specifico non erano i prodotti venduti ad essere contraffatti ma i negozi stessi che utilizzavano abusivamente il brand della mela morsicata, i falsi Apple Store aperti in Cina sarebbero infatti così simili a quelli originali che gli stessi dipendenti sarebbero stati convinti di lavorare per Steve Jobs e soci.

Inutile dire che la Apple non ha alcuna intenzione di permettere il dilagare di un simile fenomeno e, d'altra parte, lo stesso governo di Pechino non potrebbe esimersi dall'intervenire dato che Cupertino affida a fabbriche cinesi la produzione di componenti e l'assemblaggio di alcuni suoi dispositivi creando un giro d'affari miliardario.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.