Chrome: cookie di terze parti bloccati entro il 2024

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
  • CommentaScrivi un commento
  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGoogle Maps: novità per viaggiatori e ciclisti
  • SuccessivoPiù post di "sconosciuti" su Facebook e Instagram
Chrome: cookie di terze parti bloccati entro il 2024

E' ormai noto anche a chi non si occupa di Web marketing e sviluppo di siti Web come Google non abbia più in grande simpatia i cosiddetti cookie di terze parti, questi ultimi presentano infatti delle implicazioni potenzialmente negative per la privacy e l'azienda californiana avrebbe in progetto di bloccarne definitivamente il funzionamento su Chrome.

In assenza di un'alternativa altrettanto valida, bloccare i cookie di terze parti potrebbe avere però delle conseguenze molto negative per il mercato dell'advertising e, nonostante gli sforzi, Mountain View non avrebbe ancora perfezionato una tecnologia sufficientemente performante o molto più sicura dal punto di vista della tutela dei dati personali.

Il gruppo capitanato da Sundar Pichai starebbe ancora conducendo delle sperimentazioni su soluzioni come per esempio Fledge e Topics API, ma le interfacce proposte fino ad ora avrebbero ricevuto dei feedback contrastanti. Ecco perché la maggior parte delle richieste a Big G riguarderebbe la necessità di avere più tempo per testare la migrazione dai cookie di terze parti alle cosiddette API Privacy Sandbox.

Nel corso del 2020 i portavoce di Google avevano reso noto che entro due anni Chrome non avrebbe più supportato i cookie di terze parti, con il passare dei mesi questa previsione si è però rivelata troppo ottimistica e la compagnia ha deciso di optare per un approccio più graduale. La nuova deadline è stata fissata ora per la metà del 2024.

Stando alle stime di Mountain View, una condizione ideale per il blocco dei cookie di terze parti sarebbe quella in cui tra il 2022 e il 2023 almeno un milione di utenti in tutto il mondo dovessero abilitare le API Privacy Sandbox. Raggiunto tale traguardo esse potrebbero essere lanciate ufficialmente nel terzo trimestre del prossimo anno per poi sostituire i cookie di terze parti circa un anno dopo.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti