Chrome: indagine su DNS over TLS

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteUSA: i terminali per il voto elettronico sono insicuri
  • SuccessivoGeneral availability per Windows Virtual Desktop
Chrome: indagine su DNS over TLS

Il Dipartimento di Giustizia e la Commissione giudiziaria del Congresso degli Stati Uniti starebbero conducendo un'indagine a carico del supporto al protocollo DNS over TLS recentemente implementato in Google Chrome. Tale funzionalità potrebbe infatti impedire che società non appartenenti al network di Mountain View abbiano accesso alle informazioni messe a disposizione dagli utilizzatori.

Il protocollo DNS over TLS (o più semplicemente DoT) è una soluzione per la sicurezza in fase di navigazione che si basa sulla cifratura e l'isolamento delle query DNS, nonché delle relative risposte, tramite TLS. L'obbiettivo è quello di prevenire attacchi di tipo man-in-the-middle con cui un utente malintenzionato potrebbe alterare comunicazioni o sottrarre dati.

Continua dopo la pubblicità...

In sostanza, se da una parte DNS over TLS riuscirebbe effettivamente a garantire il livello di privacy che promette, dall'altra si potrebbe creare una situazione in cui soltanto Big G sarebbe in possesso degli stumenti necessari per elaborare le informazioni fornite dagli utenti. Ciò potrebbe però tradursi in un danno per la concorrenza.

E' da sottolineare come le autorità americane abbiano deciso di agire con largo anticipo sul rilascio del supporto a DNS over TLS nel browser di Google, la fase di general availability è infatti ancora abbastanza lontana nel tempo e si attende il lancio della prima sperimentazione che non dovrebbe coinvolgere più di un'installazione su 100.

Chrome non sarà l'unica applicazione ad offrire questa feature per la riservatezza, anche gli sviluppatori della Fondazione Mozilla sarebbero infatti al lavoro per la sua integrazione in Firefox. Nel caso del Panda Rosso sono state già espresse delle perplessità, ma i suoi responsabili avrebbero assicurato che nessun provider verrà escluso dall'accesso ai dati.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.