In Cina spuntano gli Apple Store tarocchi

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl 99% degli Italiani ha un cellulare
  • SuccessivoIl governo USA punta sul cloud (e chiude i datacenter)
In Cina spuntano gli Apple Store tarocchi

Che in Cina la contraffazione sia un business gigantesco, lo dimostrano anche i tanti "cloni" dei dispositivi dei grandi marchi internazionali che vengono (ri)prodotti nel gigantesco paese asiatico... ma forse nessuno si aspettava che l'industria del "tarocco" sarebbe arrivata a produrre "finti negozi"!!!

O meglio, i negozi sono veri, ma è il marchio sotto il quale sono stati aperti ad essere finto, parliamo infatti di Apple Store che non hanno alcun collegamento con la casa di Cupertino e che quindi non potrebbero legalmente fregiarsi di questo brand.

I finti Apple Store cinesi

Ad attirare l'attenzione della Rete su questi particolari esercizi commerciali è stata una blogger USA (BirdAbroad) residente in Cina che ha publicato un post intitolato "Are you listening, Steve Jobs?" ricco di fotografie scattate a conferma della propria testimonianza.

Continua dopo la pubblicità...

Da notare che, almeno secondo quanto riportato dall'autore dell'inchiesta, se da una parte gli Apple Store cinesi sarebbero finti, dall'altra in essi verrebbero venduti prodotti originali della casa di Cupertino. Altro dato curioso è che sembrerebbe che gli impiegati di questi esercizi commerciali siano effettivamente convinti di lavorare per la Apple.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.