Cisco: pagamenti a 3 mesi per aiutare le clientela

Cisco: pagamenti a 3 mesi per aiutare le clientela

Cisco Capital, finanziaria della californiana Cisco Systems, ha deciso di lanciare un nuovo Business Resiliency Program con l'intento di dare una mano ai clienti che in questo momento estremamente delicato sia dal punto di vista sanitario che economico potrebbero incontrare diverse difficoltà nel garantire la continuità dei pagamenti.

Nel complesso l'azienda avrebbe messo a disposizione un pacchetto da 2.5 miliardi di dollari in finanziamenti, grazie a questa dotazione gli utilizzatori dei servizi di Cisco potranno continuare a lavorare con maggiore tranquillità sapendo che i pagamenti previsti in questi giorni verranno rinviati al 2021. Il tutto nella speranza che l'attuale emergenza non prosegua ancora per lungo tempo.

Come affermato dal CEO Chuck Robbins, in questo momento le attività produttive hanno bisogno di soluzioni tecnologiche, liquidità e supporto per garantire il funzionamento e la sicurezza delle proprie infrastutture. Privarle di tali strumenti significherebbe metterne a repentaglio l'esistenza con conseguenze disastrose anche per i fornitori.

Il Business Resiliency Program prevede la possibilità di accedere al catalogo di Cisco anticipando soltanto il 5% della spesa e differendo il restante 95% all'anno prossimo, contestualmente i pagamenti dei servizi già in scadenza potranno essere rimandati di un trimestre. In questo modo l'impatto sulle finanze della clientela risulterà maggiormente indolore.

Continua dopo la pubblicità...

L'iniziativa riguarda anche l'ecosistema di partnership sviluppato da Cisco che comprende oltre 60 mila realtà imprenditoriali e istituzionali, è inoltre disponibile il programma Cisco Refresh che permette di accedere a strumenti certificati in remanufactoring grazie a una scontistica molto rilevante sui prodotti per il networking a livello enterprisse.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.