E-commerce: le aziende che vendono online sono (ancora) poche

E-commerce: le aziende che vendono online sono (ancora) poche

L'osservatorio Market Watch Pmi ha reso disponibili i dati relativi ad un sondaggio condotto dall'Ufficio Studi di Banca Ifis in collaborazione con Format Research intervistando 600 aziende italiane. Stando ai risultati ottenuti, meno di una piccola o media impresa italiana su 10 venderebbe già oggi i propri prodotti o servizi su Internet.

Le notizie in proposito potrebbe comunque migliorare nel prossimo futuro in quanto il 35% degli intervistati starebbe valutando il lancio di una piattaforma digitale per la vendita online nel corso dei prossimi 12 mesi. Il 2% avrebbe già cominciato a sviluppare questo progetto mentre il 6% dovrebbe concludere i lavori entro l'anno a venire.

Non sorprende il fatto che molti di coloro che hanno cominciato a vendere in Rete lo avrebbero fatto soltanto da poco tempo e per esigenze legate all'emergenza pandemica. Più di un quarto di questi ultimi (per la precisione il 26%) avrebbe iniziato durante gli ultimi 12 mesi per contrastare gli effetti delle limitazioni imposte dai vari lockdown.

Per quanto riguarda i comparti più propensi ad implementare progetti di e-commerce, al primo posto si piazzerebbe l'agroalimentare con il 19%, seconda posizione a pari merito per la moda e la chimica farmaceutica sempre con 16 punti percentuali. Anche in questo caso parliamo però di performance dalla rilevanza ancora marginale.

Continua dopo la pubblicità...

Meno di 1/3 delle aziende nostrane che hanno deciso di investire sul commercio elettronico avrebbero aperto il proprio store online in proprio o sui marketplace da più di un quinquennio, nella maggior parte dei casi tale iniziativa sarebbe stata avviata per esigenze correlate alla diversificazione dei canali di vendita (57%) o alle richieste del mercato (53%).

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.