Crolla il traffico del P2P

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteLa Lega Calcio e i diritti per il Web
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Crolla il traffico del P2P

Come per altre realtà della Rete, anche un fenomeno un tempo diffusissimo come il P2P sta cominciando a presentare sintomi di obsolescenza, secondo una ricerca intitolata 2009 Internet Observatory Report, il file sharing sarebbe diminuito in due anni dal 40% al 19% del traffico totale generato in Rete.

Se da una parte il P2P diminuisce, dall'altra aumenta il traffico dovuto alla visualizzazione di filmati in streaming che rappresenta ora il 20% del totale; la posta elettronica continua invece a resitere registrando un più che dignitoso 1,4%.

Ma il dato più eclatante riguarda Mountain View; il motore di ricerca di Google con le sue query e le sue SERP e gli altri servizi messi a disposizione dal gruppo di Larry Page e Sergey Brin producono da soli ben il 6% del traffico di dati generato dalla Rete.

YouTube rappresenta senza sorprese la maggior parte del traffico dovuto al video streaming in Rete, al secondo posto si piazza Hulu.com che raccoglie circa un decimo dell'utenza del suo diretto concorrente di proprietà di Mountain View.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.