Il declino del Web italiano

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteIl Windows Store punta anche sull'Open Source
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Il declino del Web italiano

Secondo una recente rilevazione svolta da Translated il Web italiano starebbe subendo un progressiva perdita di importanza nel panorama mondiale, un declino che sarebbe destinato a peggiorare nel prossimo futuro con un forte rischio di marginalità che il nostro paese non può permettersi.

Da anni Translated pubblica un indice, denominato T-Index, che utilizza vari parametri, tra cui la diffusione delle connessioni Web e il valore del Prodotto Interno Lordo nazionale, per verificare il potenziale interesse di un'attività Internet verso uno specifico mercato straniero. Grazie a questo indice, Transalted suggersice in quali lingue è utile tradurre un sito web al fine di incrementare il proprio giro d'affai.

Continua dopo la pubblicità...

Ad oggi le realtà in grado di generare la maggiore attrazione per le iniziative economiche on-line sarebbero gli Stati Uniti con il 24,4%, la Cina con l'11,5% e il Giappone con il 6,6%, il nostro Paese si aggiudicherebbe soltanto un risicato 2,3% con tendenza al ribasso.

L'Italia verso un ruolo sempre più marginale nell'economia digitale

Ma il dato più preoccupante sarebbe quello previsionale con un calo di circa un punto percentuale corrispondente ad un crollo pari al 43% della relativa quota di mercato; il "punto di non ritorno" per il declino definitivo sarebbe fissato per il 2015, prima di allora sarà necessario operare velocemente per recuperare il terreno perduto.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.