Il destino di Italia.it

Il destino di Italia.it

Tutti ricorderanno le grandi polemiche che seguirono l'uscita di Italia.it, portalone turistico, fortemente voluto (in due diverse legislature) dai ministri Stanca e Rutelli, costato la bellezza di 50 milioni di euro.

Al momento della sua messa on line Italia.it fu sommerso dalle critiche: poco usabile, mal progettato, obsoleto per la sua lontananza dal Web 2.0, lontano da qualsiasi regola sufficiente a garantire un minimo di accassibilità.

Continua dopo la pubblicità...

Alle critiche si è aggiunto ora l'insuccesso, perchè Italia.it è praticamente inutilizzato, Rutelli ha quindi deciso che "Ho cambia o si chiude".
Chiuderlo rappresenterebbe la conferma di un'enorme spreco di soldi pubblici, ma d'altra parte quanto costerebbe "cambiarlo"?

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.