Disponibile il modello per i siti dei Comuni italiani

Disponibile il modello per i siti dei Comuni italiani

Il Team per la Trasformazione Digitale capitanato da Luca Attias ha reso disponibile il modello ufficiale per i siti Web istituzionali da utilizzare per la realizzazione delle pagine Internet dei comuni italiani. Il primo comune a sfruttare il nuovo template sarà quello di Cagliari, mentre il codice del progetto è liberamente accessibile tramite il repository dedicato ospitato da GitHub.

Si tratta naturalmente di un modello personalizzabile sulla base delle diverse esigenze di ciascuna amministrazione, ma l'impianto di base è stato concepito in particolare per semplificare l'erogazione dei servizi ai cittadini. A tal proposito i promotori dell'iniziativa, coadiuvati dai membri di Designers Italia e Developers Italia, hanno individuato alcune funzionalità da offrire in modalità predefinita.

Tra queste ultime troviamo le modalità di pagamento per l'accesso ad un servizio, le procedure per effettuare un'iscrizione o per l'avvio di una pratica, la ricerca di informazioni su una tematica specifica, la possibilità di prenotare un colloquio con il personale della PA, l'invio di notifiche in coincidenza con l'approssimarsi di scadenze e la segnalazione di problematiche.

Sempre stando alle specifiche rilasciate, il sito Web di un comune dovrà essere necessariamente mobile first e presentare una struttura che per un qualsiasi servizio consenta di capire di cosa si tratta, a chi è rivolto, quanto tempo è necessario per il suo ottenimento e quali sono i requisiti e gli oneri richiesti per poterne usufruire.

Continua dopo la pubblicità...

Come specificato da Lorenzo Fabbri, Content Design del Team per la Trasformazione Digitale, l'intero modello è stato progettato rendere più semplice la lettura dei contenuti da parte degli utenti, semplificare il reperimento dei documenti e rendere la gestione della sezione dedicata all'amministrazione trasparente meno complessa per i funzionari.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.