Dubbi sulla sicurezza di TrueCrypt

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Dubbi sulla sicurezza di TrueCrypt

TrueCrypt, uno dei più importanti strumenti mai realizzati per la crittografia nelle comunicazioni, sarebbe stato dismesso per decisione dei suoi stessi sviluppatori; questi ultimi infatti non riterrebbero più sufficiente il livello di sicurezza del tool.

La notizia sarebbe stata diffusa attraverso un messaggio pubblicato sulla pagina ufficiale di TrueCrypt su Sourceforge, in esso si sconsiglierebbe l'utilizzo di tale soluzione per via del fatto che essa potrebbe contenere dei problemi di sicurezza non risolti.

L'implementazione di TrueCrypt sarebbe cessata nel mese corrente dopo che La Casa di Redmond ha messo fine al supporto per la piattaforma Windows XP, quelle successive, da Vista a Windows 8.1, mettono infatti a disposizione un supporto integrato e nativo per la crittografia di dischi e immagini virtuali.

Il suggerimento degli sviluppatori sarebbe quindi quello di migrare quanto prima tutti i dati che sono stati crittografati utilizzando TrueCrypt verso dischi crittografati o immagini virtuali di dischi che siano supportati dal proprio sistema operativo di riferimento.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti