Gli effetti della crisi sull'ICT

Gli effetti della crisi sull'ICT

Secondo il rapporto relativo al primo semestre del 2009 stilato dalla Assinform (Associazione nazionale delle aziende di servizi di informatica e telematica), la crisi economica continua a interessare il settore dell'ITC; il problema sta nel fatto che i dati sono peggiori del previsto.

In un periodo durato appena sei mesi, la domanda di Information Technology in Italia è calata del 9%, un dato che rappresenta il risultato semestrale peggiore dal 1991; la crisi ha colpito tutti i settori: il software, l'hardware e i servizi sia per quanto riguarda imprese che privati.

Continua dopo la pubblicità...

Il risultato più pericoloso di questa pesante crisi potrebbe essere la disoccupazione (e in parte il fenomeno si sta già verificando); si stima che entro la fine dell'anno corrente potrebbero perdere il proprio lavoro fino a 20 mila persone.

L'IT nella Penisola conta circa 97 mila attività imprenditoriali e oltre 390 mila addetti, crea il 2,8% del prodotto interno lordo nazionale (è il quarto settore produttivo italiano) e rappresenta il settore che occupa il maggior numero di personale laureato.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.