Entro il 2020 la Cina utilizzerà soltanto Linux

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSamsung non vuole pagare Microsoft per Android
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup
Entro il 2020 la Cina utilizzerà soltanto Linux

Le autorità cinesi avrebbero programmato una delle più importanti ed estese migrazioni tra sistemi operativi mai tentata prima; in pratica, entro il 2020 tutti i computer dell'amministrazione pubblica locale dovrebbero abbandonare le piattaforme commerciali e proprietarie della Casa di Redmond in favore di una soluzione libera e aperta come Linux.

Gli attriti tra il Regime di Pechino e l'ecosistema Windows non sono cominciati di recente; la Cina ha infatti maldigerito la dismissione del supporto per Windows XP (ancora utilizzatissimo nel Paese nonostante sia abbastanza datato), confermando poi i suoi mal di pancia attraverso una sorta di embargo di fatto contro gli aggiornamenti a Windows 8.

Windows XP non è ormai considerabile come un'alternativa a cui affidarsi sul lungo periodo, soprattutto tenendo conto di quelle che potrebbero essere le incognite dal punto di vista della sicurezza; quindi, volendosi rendere del tutto indipendenti da produttori e fornitori statunitensi, i dirigenti cinesi avrebbero preferito prendere in considerazione il Pinguino.

Per il momento non si hanno notizie relativamente a quella che potrebbe essere la distribuzione scelta per dare il via a questa svolta storica verso il Free Software, ma una candidata ideale potrebbe essere la distro Ubuntu Kylin, che a sua volta è la versione cinese ufficiale per computer desktop e portatili del sistema operativo Ubuntu.

Continua dopo la pubblicità...

Per quanto sia vero che molto probabilmente l'adozione di Linux dovrebbe garantire una maggiore sicurezza e affidabilità dei sistemi (e per quanto Ubuntu Kylin non disponga ancora di una versione server), risulta curioso che il regime cinese, tra i vantaggi del Pinguino, indichi anche una maggiore tutela per la privacy degli utenti.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.