L'estensione .cloud va ad Aruba

L'estensione .cloud va ad Aruba

Il provider di Web hosting Aruba si è aggiudicato l'estensione .cloud per i nuovi ngTLD (New Generic Top Level Domain), un risultato particolamente importante se si pensa che l'azienda ha dovuto misurarsi con altri richiedenti come per esempio il colosso del commercio elettronico Amazon, Charleston Road Registry (una controllata di Mountain View) e la nota società Symantec, specializzata nella sicurezza informatica.

Inutile sottolineare l'importanza di questo suffisso a livello commerciale, esso potrà essere utilizzato in vari ambiti ma soprattutto per l'offerta di servizi legati allo storage online, alle funzionalità per la sincronizzazione multi-dispositivo dei contenuti e alle stesse soluzioni per la messa in produzione di progetti Internet oriented come le Web applications.

Continua dopo la pubblicità...

Per quanto riguarda l'azienda vincitrice, ora Aruba rappresenterà il Registro Ufficiale per il suffisso .cloud è sarà ad essa che si dovranno rivolgere i soggetti interessati; in questo modo quest'ultima sarà in grado di affermare la propria presenza nel comparto del Cloud Computing a livello mondiale dopo la già positiva esperienza maturata nel vecchio Continente.

Con tutta probabilità l'estensione .cloud contribuirà attivamente all'espansione di questa particolare tecnologia che oggi sta già conoscendo una diffusione inarrestabile; a parere degli analisti la "nuvola" si sarebbe dimostrata il trend tecnologico attualmente più rilevante, con prospettive per un giro d'affari da centinaia di miliardi di euro.

Aruba, che gestisce un network europeo formato da data center nonché sedi situate in Gran Bretagna, Germania, Francia, Italia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria, sarà molto probabilmente anche l'unica società della Penisola che potrà creare un proprio Registro per uno dei nuovi nomi a dominio di primo livello non essendoci, ad oggi, nessun altra società nostrana ad aver raggiunto un simile risultato.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.