Europa-Asia: fronte comune contro lo spam

Europa-Asia: fronte comune contro lo spam

La Commissione europea ha annunciato che l'Ue e l'Asia si sono impegnate in una campagna di lotta ai messaggi pubblicitari indesiderati (spam).
Questa nuova azione, volta a sradicare la posta elettronica di tipo pubblicitario, è stata decisa durante una conferenza Asia-Europa sul commercio elettronico organizzata a Londra.
Come precisa la Commissione, i 25 paesi europei e i 13 paesi asiatici membri dell'ASEM (forum Europa-Asia) si sono impegnati ad elaborare strategie nazionali per lottare contro lo spam. Secondo i dati di Bruxelles, oltre il 60% del traffico di posta elettronica è pubblicità non richiesta. Gli esperti stimano che oltre il 20% dello spam proviene dalla Cina e dalla Corea del Sud.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.