Gli ex dipendenti che divennero cracker

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteApple contro Nokia: è guerra mondiale!
  • SuccessivoCrowdFundMe raccoglie capitali online per le startup

Gli uomini della Polizia Postale di Bologna hanno arrestato due persone con le accuse di accesso abusivo a sistemi informatici e di intercettazioni di comunicazioni telematiche; i due uomini avrebbero agito ai danni di un'azienda, la CDM Tecnoconsulting, di cui erano ex dipendenti.

Gli arrestati sono un quarantacinquenne residente a Modena e un trentaseienne di Vicenza, secondo le ricostruzioni degli inquirenti entrambi avrebbero ripetutamente trafugato informazioni riservate, di proprietà del loro ex datore di lavoro, anche tramite l'uso di mezzi informatici.

Continua dopo la pubblicità...

La CDM Tecnoconsulting è un'azienda specializzata nella produzione di software per le imprese, i due ex dipendenti avrebbero deciso di attivare in proprio una società concorrente e di utilizzare lo spionaggio telematico per rendere più semplice il proprio ingresso nel mercato.

Forse i due ex dipendenti hanno però sopravvalutato le proprie capacità di cracker, la Polizia Postale è infatti riuscita a bloccare le malefatte di cui sono accusati con un semplice tranello a base di mail appositamente confezionate; in pratica i pirati informatici sono stati vittime del più classico degli attachi di phishing.

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.