Facebook acquista la start-up (semi)italiana Glancee

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteYahoo!, il CEO ha mentito sulla laurea?
  • SuccessivoiPhone 5: i rumors parlano di display più grande e involucro in metallo

Dopo Instagram Facebook sembra aver preso gusto nel fare acquisti. E' notizia di poche ore fa, infatti, l'acquisizione di Glancee da parte del gruppo capitanato da Mark Zuckerberg.

Facebook acquista Glancee

Glancee è un'applicazione mobile - disponibile sia per iOS che Android - basata sulla socialità e sulla geolocalizzazione. L'obiettivo di questa app è quello di fornire all'utilizzatore (grazie, appunto, agli strumenti di geolocalizzazione) alcune informazioni circa la reperibilità nei paraggi di persone con cui condividiamo amici o interessi. Con Glance, in pratica, è possibile sapere che a 500 metri da noi si trova Paola, che ama lo sport e legge Techcrunch e che a meno di un chilometro c'è Mario che si occupa di Marketing ed è appassionato di musica Rock... Insomma, Glancee è una specie di radar col quale è possibile individuare persone fisicamente vicine a noi e con le quali abbiamo qualcosa in comune.

Continua dopo la pubblicità...

L'operazione, di cui non è dato sapere il controvalore economico, è particolarmente interessante per il belpaese in quanto due dei tre fondatori di Glancee sono italiani. Ovviamente il progetto non è basato in Italia, ma nella "vivacissima" baia di San Francisco, culla ed incubatrice della stragrande maggioranza delle stat-up tecnologiche del pianeta.

A seguito dell'acqusizione il team di Glancee (meno di dieci persone) si trasferirà negli uffici di Menlo Park sotto l'ala protettrice di Zuckerberg e con capitali potenzialmente infiniti per sviluppare il proprio business nell'alveo del sito in Blue.

Con l'acquisto di Glancee, Facebook rinvigorisce ulteriormente la propria presenza nel settore mobile, settore considerato particolarmente strategico date le recenti (e costosissime) acquisizioni di Gowalla e Instagram.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.