Facebook contrasta il calo delle condivisioni con i video

Facebook contrasta il calo delle condivisioni con i video

Nel corso degli ultimi mesi il social network più popolato della Rete sembrerebbe essere stato coinvolto da un'importante cambiamento, in pratica con il crescere del numero di iscritti gli utenti sembrerebbero essere sempre più orientati alla condivisione di contenuti esterni, ad esempio news e approfondimenti, e sempre meno a quella di contributi personali.

Se da una parte il news feed di Facebook non sembrerebbe registrare particolari defezioni, almeno dal punto di vista dei post complessivamente pubblicati, dall'altra si ha l'impressione che stia venendo a mancare un elemento a suo tempo fondamentale per la fortuna del Sito in Blue, la "socialità" in senso stretto.

Continua dopo la pubblicità...

Per Mark Zuckerberg una tendenza del genere potrebbe rappresentare ben presto un problema, questo perché con l'aumento dell'età media degli utenti le condivisioni personali potrebbero essere sempre meno, mentre gli utilizzatori più giovani si starebbero orientando verso soluzioni alternative come per esempio Instagram (che è comunque proprietà di Facebook) e Snapchat.

Da questo punto di vista l'introduzione del supporto per i Live Video nella piattaforma potrebbe rappresentare una soluzione, tale feature sarebbe stata concepita non soltanto con lo scopo di proporre un'alternativa ad applicazioni simili come Periscope, ma anche con l'obbiettivo di stimolare la partecipazione intorno a contenuti più personali.

Non è quindi un caso che nei giorni scorsi lo stesso Mark Zuckerberg sia intervenuto per richiedere agli iscritti di condividere quanti più filmati possibili tramite i propri profili, sottolineando come in una piattaforma quale Facebook anche i momenti apparentemente più banali potrebbero rappresentare un'occasione di social networking.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.