Facebook: il contratto di Ceglia è falso!

Facebook: il contratto di Ceglia è falso!

Continua la telenovela in Casa Zuckerberg, questa volta la parte più importante la recitano però i legali di Facebook e quelli di Paul D. Ceglia, il webmaster che da alcune settimane rivendica la proprietà del social network sulla base di un misterioso contratto.

Secondo i portavoce di Facebook, il contratto che Paul D. Ceglia e Zuckerberg avrebbero firmato nel 2003 sarebbe semplicemente un falso: perché Ceglia avrebbe dovuto rivendicare un suo diritto con 7 anni di ritardo se fosse stato in possesso di un contratto regolare?

Continua dopo la pubblicità...

L'avvocato di Ceglia, Paul Argentieri, ha definito "avventate" le dichiarazioni rilascite dai rappresentanti di Facebook; in ogni caso però, al momento l'unica prova presentata in favore del webmaster è una firma che "dovrebbe" essere quella di Zuckerberg.

Se per un qualsiasi motivo il tribunale newyorkese chiamato a dirimere la controversia dovesse dare ragione a Ceglia, questi potrebbe trasformarsi nel maggior azionista di un impero da 15 miliardi di dollari con una quota pari all'84% della proprietà.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.