Facebook: cosa scrivono gli Italiani del proprio posto di lavoro?

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteNuovo aggiornamento per Windows 10
  • SuccessivoI piccoli provider dicono "no" ai nuovi vincoli per la fornitura del servizio PEC
Facebook: cosa scrivono gli Italiani del proprio posto di lavoro?

L'Istituto di ricerca Ixè ha recentemente condotto una rilevazione per conto della piattaforma di e-learning Lebu su un campione composto da 500 dipendenti di aziende di diversi settori per scoprire quanto sia attualmente diffusa in Italia l'abitudine di scrivere e discutere del proprio posto di lavoro su una piattaforma sociale come Facebook.

I dati raccolti evidenzierebbero come oltre un dipendente su 4 (il 26% degli intervistati) posterebbe contenuti riguardanti la propria azienda sui social network; nella maggior parte dei commenti questi ultimi descriverebbero le relazioni interpersonali tra colleghi (13%) e capi (8%) o situazioni lavorative e questioni di natura sindacale (2%). Soltanto l'11% dei contenuti sarebbero inerenti ad attività o prodotti dell'azienda per la quale si lavora.

Continua dopo la pubblicità...

Tra i dipendenti "attivi" ben il 57% avrebbe dichiarato di scrivere commenti sia positivi che negativi sul proprio contesto lavorativo, mentre un 20% parlerebbe esclusivamente in modo positivo della propria azienda; il 17% avrebbe invece ammesso l'inserimento di contributi negativi condivisivi con i propri contatti. In ogni caso i "fattori ambientali" sembrerebbero essere degli argomenti dominanti.

Coloro che non scrivono affatto sui social network (il 17%) lo farebbero esclusivamente per via del fatto che la propria azienda vieta l'utilizzo di Facebook durante gli orari d'ufficio; un dato rappresentativo dell'odierna situazione italiana in cui sono ancora numerosi i datori di lavoro convinti che l'accesso a strumenti come Fecebook possa influire negativamente sulla produttività dei dipendenti.

Buona parte dei dipendenti e dei manager vivrebbe i social network come una sorta "diario personale" esterno della propria realtà lavorativa e non in chiave di business, senza rendersi conto dei rischi per la propria reputazione e per quella della propria azienda. Sarebbe però in aumento anche la richiesta di corsi che insegnino a utilizzare i social network e gli strumenti digitali in modo corretto.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.