Facebook: un filtro contro il clickbait

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteMicrosoft Edge sfida Google Chrome
  • SuccessivoWindows 10 Anniversary Update, problemi con le partizioni Linux
Facebook: un filtro contro il clickbait

I responsabili del social network più popolato della Rete sono sempre più interessati a rendere Facebook una piattaforma credibile per quanto riguarda la diffusione di notizie sull'attualità e non solo, per far questo sarà però necessario arginare quanto più possibile il fenomeno del clickbait, cioè i contenuti appositamente confezionati per rastrellare accessi.

A tal proposito gli sviluppatori del Sito in Blue avrebbero deciso di implementare un nuovo filtro appositamente dedicato per fare in modo che l'algoritmo che gestisce il News Feed contrasti il più possibile le news false e provocatorie, soprattutto quelle basate su titoli fuorvianti concepiti per attrarre l'attenzione degli utenti.

Continua dopo la pubblicità...

Il filtro addizionale dovrebbe lavorare sulla base di un archivio di titoli creati per il clickbait e, nel contempo, memorizzarne di nuovi e imparare a individuare le notizie acchiappa-click con un livello sempre più elevato di precisione. Tutti i contributi ritenuti sostanzialmente delle "bufale" verranno messi in secondo piano rispetto agli altri post.

La penalizzazione non dovrebbe riguardare soltanto i singoli contenuti ma anche le pagine Facebook che li diffondono, andrebbe comunque sottilineato che trattandosi di un sistema antispam ancora in fase sperimentale, almeno nei primi tempi vi potrebbe essere la possibilità che si verifichino alcuni falsi positivi.

Mark Zuckerberg e soci hanno asssistito nel tempo ad una vera e propria e propria proliferazione del clickbait su Facebook, la sua natura sociale, basata sulla condivisione, rende infatti molto semplice la diffusione di notizie non verificate; queste ultime nell'immediato possono anche generare grandi quantità di traffico, ma nel lungo periodo abbassano la qualità media dei contenuti.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.