Facebook: Internet gratis (con più pubblicità e meno privacy)

Facebook: Internet gratis (con più pubblicità e meno privacy)

Il progetto "Basics Free" di Menlo Park è stato interpretato come un tentativo di fornire gratuitamente accesso al Web sul territorio statuniteste, in realtà esso prevede di adottare strategie più complesse che dovrebbero coinvolgere non soltanto Mark Zuckerberg e soci, ma anche alcuni operatori statunitensi e le stesse istituzioni USA.

"Basics Free" nasce infatti per portare le connessioni ad Internet in aree infrastrutturalmente svantaggiate, come per esempio le zone rurali più isolate che sono spesso colpite dal problema del Digial Divide; ciò accade anche in un paese avanzato come gli Stati Uniti e non soltanto nelle economia emergenti (e in alcune aree del territorio italiano).

Continua dopo la pubblicità...

Per rendere ciò possibile, Facebook avrà la necessità di collaborare con dei provider disposti a fornire connettività gratuitamente, o meglio senza applicare tariffe per l'utilizzatore finale, e di lavorare in cambio degli introiti che potrebbero derivare sia dall'advertising che dalla raccolta dei dati di navigazione degli internauti.

Problemi relativi alla privacy a parte, comunque non secondari, vi sarebbe anche il fatto che "Basics Free" dovrebbe offrire in particolare servizi veicolati direttamente da Facebook attraverso alcune delle sue applicazioni Lite. Questo porrebbe una grave questione inerente il rispetto della net-neutrality con un unico soggetto a controllare la navigazione delle utenti.

E' comunque da sottolineare che alcune compagnie telefoniche che operano negli USA, come per esempio la AT&T e T-Mobile, offrono già delle formule di tipo zero-rating fornendo connettività e contenuti Web senza aggravio economico. Menlo Park vorrebbe però collaborare con aziende più piccole proprio per evitare accuse di trust da parte di autorità americane come la FCC (Federal Communications Commission).

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.