Facebook.it: cybersquatting all'italiana

Facebook.it: cybersquatting all'italiana

Il dominio Facebook.it è stato infine assegnato alla stessa Facebook, il Crdd (Centro risoluzione dispute domini) ha così risolto un celebre caso di cybersquatting che da tempo attirava le ire del più grande servizio di social networking della Rete.

Facebook.it era stato registrato il 6 marzo del 2006 a nome di un certo John Michael Preston che non ha dato battaglia per mantenerne la proprietà, anzi, da parte sua non è stata presentata alcuna linea di difesa; il sig. Preston è infatti risultato sin da subito irreperibile.

Continua dopo la pubblicità...

Il sito ospitato nello spazio Web relativo al dominio presentava alcune pagine contenenti link a servizi palesamente in concorrenza con Facebook, non stupisce quindi che il social network abbia deciso di ricorrere ai propri legali per risolvere la faccenda.

D'altra parte, l'intento di utilizzare Facebook.it a scopo di cybersquatting (registrare domini con nomi di marchi registrati da altri a fini di licro) era chiaro fin dall'inizio, il precedente proprietario non avrebbe potuto giustificare diversamente la registrazione del dominio.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.