Facebook: multa da 5 miliardi per Cambridge Analytica

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteFatturazione a 28 giorni: respinti i ricorsi
  • SuccessivoMetà degli Italiani prenotano le vacanze online
Facebook: multa da 5 miliardi per Cambridge Analytica

Con 3 voti a favore a 2 contrari i componenti della FTC (Federal Trade Commission) avrebbero deciso di sanzionare Menlo Park con una multa da ben 5 miliardi di dollari per il caso Cambridge Analytica. A sfavore di Facebook si sarebbero espressi i commissari vicini al Partito Repubblicano, mentre gli esponenti democratici avrebbero cercato di evitare la severa punizione.

A questo punto la palla passerà nelle mani dell'United States Department of Justice che dovrà valutare la congruità della sentenza. Stando ai precendenti nei rapporti tra le due istituzioni non vi dovrebbero essere particolari sorprese, in passato infatti solo in pochissimi casi il Dipartimento di Giustizia si sarebbe pronunciato contro un'iniziativa dell'FTC.

Continua dopo la pubblicità...

Per il momento Mark Zuckerberg e soci avrebbero evitato di commentare la decisione, è comunque probabile che l'azienda abbia optato per una strategia impontata alla massima cautela. Il Dipartimento di Giustizia non agisce sulla base di tempistiche prefissate ed effettuare dichiarazioni tali da interferire con il suo operato potrebbe rivelarsi controproducente.

Viene così a chiudersi un'impegnativa indagine incentrata sulla tutela della privacy e cominciata nel marzo dello scorso anno. Stando alle attuali indiscrezioni Menlo Park avrebbe già messo da parte circa 3 miliardi di dollari per far fronte alla sanzione, cifra che dovrà essere necessariamente integrata con più che probabili reazioni negative da parte degli investitori.

A tal proposito è utile ricordare che in precedenza la multa più elevata mai stabilità dall'FTC era stata pari a "soli" 22.5 milioni di dollari a carico di Google. In quel caso la compagnia di Mountain View era stata sanzionata per una questione legata all'utilizzo dei cookie di tracciamento rappresentata in modo ritenuto non abbastanza trasparente agli utilizzatori del browser Safari.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.