Facebook: news a pagamento anche in Italia

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteSi dimette la responsabile dei laboratori di Facebook
  • SuccessivoSamsung presenta "Linux on Galaxy"
Facebook: news a pagamento anche in Italia

I test del Sito in Blue sulla sua nuova piattaforma per le news a pagamento riguarderanno anche il nostro Paese; almeno inizialmente il progetto coinvolgerà soltanto gli utenti di America ed Europa che possiedono un dispositivo Android, questi ultimi potranno quindi accedere ad un'anteprima della formule in abbonamento previste dal servizio.

La sperimentazione servirà in particolare per capire quale potrebbe essere la modalità ideale con la quale proporre le sottoscrizioni. Allo studio vi sarebbero attualmente due soluzioni: la prima basata sul fornire un numero predefinito di news gratuite, la seconda concepita per dare maggiore libertà agli editori riguardo a cosa fornire gratuitamente e cosa no.

Continua dopo la pubblicità...

La formula più vincolante dovrebbe essere basata sull'offerta di una decina di articoli leggibili gratuitamente, chi vorrà accedere ad una maggiore quantità di approfondimenti potrà farlo a pagamento. La seconda soluzione è basata invece su un approccio di tipo freemium dove saranno i produttori di contenuti a stabilire quante news si potranno fruire senza esborso.

Tra le testate italiane che parteciperanno alla fase di sperimentazione vi sarà la Repubblica (GEDI Gruppo Editoriale S.p.A), previsto anche il contributo de L'Espresso (che fa capo al medesimo gruppo editoriale di Repubblica) e di alcuni giornali locali. Se l'iniziativa dovesse avere successo è prevedibile un importante incremento dell'offerta.

La scelta di Android come piattaforma di riferimento non è casuale, Facebook ha previsto infatti che l'intero ammontare delle entrate derivanti dagli abbonamenti vada agli editori; ciò è possibile sul Robottino Verde ma non su iOS le cui policy prevedono che nel caso di acquisti in-App il 30% dei ricavi debba essere accreditato ad Apple.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.