Facebook notificherà gli attacchi informatici agli utenti

Facebook notificherà gli attacchi informatici agli utenti

I responsabili di Facebook avrebbero intenzione di integrare nel loro social network un sistema di notifiche che dovrebbe segnalare agli utenti eventuali attacchi telematici in corso; nello specifico il dito non verrebbe puntato tanto contro le attività dei cyber criminali, ma verso lo spionaggio "istituzionale", di origine governativa.

A rivelare i particolari di questa nuova funzionalità sarebbe stato Alex Stamos, responsabile di Facebook Security; nel corso del suo intervento egli avrebbe spiegato che le notifiche di sicurezza non dovrebbero riguardare la piattaforma del Sito in Blue, ma lo specifico account coinvolto e il dispositivo attreverso il quale si è avuto accesso ad esso.

Continua dopo la pubblicità...

Particolare attenzione sarebbe stata posta nei confronti dell'ecosistema mobile, un contesto al quale Facebook deve gran parte del proprio traffico e, di conseguenza, dei propri introiti; l'azione di malware finalizzati alla sottrazione di dati personali tramite violazioni a danno di smartphone e tablet sarebbe infatti sempre più diffusa e aggressiva.

Nel caso in cui si dovesse ricevere una segnalazione da parte dei tecnici di Menlo Park riguardante dei problemi di sicurezza, il consiglio fornito è quello di modificare le credenziali per l'autenticazione al proprio account, ricorrere quanto prima ad una scansione antivirus e, quando possibile, utilizzare un device alternativo per l'accesso a Facebook.

Detto questo, e dando per scontato che i sistemi per la rilevazione di attacchi e infezioni siano delle soluzioni interne all'infrastruttura del Sito in Blue, ci troviamo di fronte ad un meccanismo di "allarme" la cui efficacia dovrà essere dimostrata, anche in considerazione della continua evoluzione delle tecniche malevole per il cyber spionaggio e il cyber crimine in generale.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.