Facebook punta sui videogame con Gameroom

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteGli accessi al Web da mobile superano quelli da Pc
  • Successivo9 smartphone su 10 sono basati su Android
Facebook punta sui videogame con Gameroom

Facebook starebbe lavorando ad una nuova piattaforma interamente dedicata ai videogame che, oltre ad intrattenere gli utenti, dovrebbe rappresentare una nuova occasione di guadagno per gli sviluppatori. Tale progetto prenderebbe il nome di Facebook Gameroom, ma secondo anticipazioni potrebbe essere chiamato Facebook Games Arcade al momento del rilascio come stabile.

I developer dovrebbero avere la possibilità di creare titoli basati sugli standard per il Web come HTML 5, e giocabili direttamente da browser, così come videogame multiplayer scaricabili e installabili localmente sul proprio dispositivo. Saranno inoltre disponibili strumenti per semplificare il lavoro di sviluppo come per esempio debugger e threading.

Continua dopo la pubblicità...

Queste soluzioni sarebbero state integrate anche per garantire la migliore user experience possibile ai frequentatori, i benchmark effettuati avrebbero infatti evidenziato prestazioni nettamente migliori nei titoli implementati direttamente all'intero della piattaforma di sviluppo proposta da Gameroom. La sfida a Steam è stata lanciata.

Almeno per il momento Gameroom si presenta come un progetto compatibile unicamente con i sistemi operativi della famiglia Windows (Seven o versione superiore); l'approccio è però multipiattaforma con l'obbiettivo di consentire la prosecuzione di una sessione di gioco su qualsiasi dispositivo, indipendentemente da quello in cui è stata iniziata.

Gameroom sarebbe stato concepito per integrarsi pienamente con l'ecosistema Unity, un ambiente appositamente strutturato per semplificare la realizzazione di videogame multipiattaforma a basso consumo di CPU e GPU; entro il prossimo anno, con il rilascio della versione 5.6, Unity dovrebbe offrire anche il supporto nativo a Facebook.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.