Facebook può continuare ad usare il suo nome

Facebook può continuare ad usare il suo nome

Si è finalmente conclusa la disputa legale che vedeva confrontarsi Mark Zuckerberg e Aaron Greenspan per decidere chi dei due fosse il legittimo proprietario del nome e quindi del marchio Facebook. La soluzione è arrivata grazie alla più classica delle conciliazioni extragiudiziali.

Zuckerberg e Greenspan erano compagni di Collage ad Harvard, qui nel 2003 nacque il portale studentesco HouseSystem in cui venne inserita la sezione The Universal Face Book (poi rinominata semplicemente Face Book), che rappresenta il nucleo originale dell'odierno servizio di social networking.

Il nome Facebook è stato registrato come marchio nel 2006 dalla Think Computer di cui Greenspan è a capo, da qui la disputa legale sull'utilizzo del nome che la società di Zuckerberg potrà ora continuare ad utilizzare grazie ad un accordo che prevede una transazione monetaria di cui non si conosce l'entità.

Probabilmente, se le due parti in causa avessero continuato a percorrere le vie legali, il processo avrebbe potuto essere anche molto lungo e costoso; il Face Book originale era infatti molto diverso dal Facebook odierno anche se l'idea di fondo non era molto differente.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.