Facebook si mobilita per la prevenzione

Facebook si mobilita per la prevenzione

Contrariamente a quello che pensa chi non lo frequenta, il social network più grande della Rete non è soltanto un'accozzaglia di gruppi deliranti, immagini compromettenti e tranelli per la privacy, ma anche un luogo, seppur "virtuale", dove nascono iniziative encomiabili e meritevoli di nota.

Anche quest'anno si sta infatti svolgendo la consueta campagna sulla prevenzione del tumore al seno voluta dalla Lilt, che punta in particolare sulla partecipazione volontaria delle iscritte a Facebook e sui messaggi, spesso ironici e divertenti, pubblicati all'interno dei diversi profili.

Per partecipare all'iniziativa basterà rispondere ad una semplice domanda: "dove è che vi piace.. poggiare la borsa?"; sul social network è già possibile leggere alcune risposte particolarmente simpatiche e sobriamente ambigue come "Mi piace sul divano", "..sopra la lavatrice" e via dicendo.

La campagna di sensibilizzazione, che l'anno scorso consisteva nel pubblicare su Facebook il coloro del reggiseno indossato al momento, continuerà per tutto il mese di Ottobre, ogni post corrisponderà ad un invito per le donne ad effettuare controlli per la prevenzione del tumore al seno.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.