Facebook: siti Web più veloci con Mcrouter

  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin
  • Email
Facebook: siti Web più veloci con Mcrouter

Menlo Park ha recentemente rilasciato sotto licenza Open Source un nuovo protocollo finalizzato a rendere più performanti i siti Internet le cui piattaforme devono gestire basi di dati di grandi dimensioni e necessitano di un sistema per il caching delle risorse particolarmente avanzato.

Parliamo di Mcrouter, tecnicamente si tratta di un protocollo per il routing pensato per le infrastrutture di memoria cache basate su Memcached, quest'ultimo, adottato in Rete da ormai un decennio, permette di scaricare sulla memoria RAM gran parte del lavoro di registrazione delle cache.

Nonostante tale soluzione sia stata licenziata sotto BSD solo adesso, essa sarebbe già in uso presso Facebook da tempo, contestualmente il suo funzionamento sarebbe stato testato con Amazon Web Services, Instagram (prima che il Sito in Blue ne prendese il controllo) e Reddit.

Ad oggi grazie a Mcrouter i server presenti nei datacenter del social network più grande della Rete sarebbero in grado di gestire circa 5 miliardi di richieste al secondo; sono immaginabili i benefici per le pagine Web che non devono confrontarsi con un bacino d'utenti composto da oltre un miliardo di persone.

Claudio Garau

Web developer, programmatore, Database Administrator, Linux Admin, docente e copywriter specializzato in contenuti sulle tecnologie orientate a Web, mobile, Cybersecurity e Digital Marketing per sviluppatori, PA e imprese.

Non perderti nessuna news!

I commenti degli utenti

I commenti sono liberi: non è necessario iscriversi per poter commentare su questa pagina. Tutti i commenti, tuttavia, sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.

Oppure leggi i commenti degli altri utenti