Facebook Study per le ricerche di mercato

  • ForumDiscuti sul forum
  • PrecedenteItalia in terza posizione per infezioni malware
  • SuccessivoAsstel: gli allarmi sul 5G sono ingiustificati
Facebook Study per le ricerche di mercato

Facebook Study è il nome di una nuova applicazione di Menlo Park dedicata alle ricerche di mercato. A livello di funzionalità questa soluzione somiglia all'applicazione Facebook Research e al progetto Onavo che sono stati dismessi dopo alcune polemiche riguardanti la tutela della privacy, Study dovrebbe garantire invece un livello di trasparenza più elevato.

Lo scopo di Study è naturalmente quello di raccogliere i dati degli utenti per offrire loro prodotti e servizi maggiormente targettizzati, per questo motivo potrà essere utilizzata soltanto da volontari. In fase iniziale sarà accessibile soltanto agli utilizzatori che abbiano raggiunto la maggiore età e siano residenti negli Stati Uniti e in India.

Continua dopo la pubblicità...

Così come accadeva con Research, anche in questo caso i partecipanti al programma verranno remunerati per la cessione dei dati, di questo aspetto si occuperà la società Applause con cui Facebook ha stretto degli appositi accordi per l'erogazione dei pagamenti. Il sistema è per molti versi simile a quello utilizzato da Mountain View per i Google Opinion Rewards.

Tra le informazioni che verranno trasferite ai server di Study vi sono per esempio il tipo e modello di dispositivo utilizzato, la versione corrente del sistema operativo, le applicazioni istallate in esso, il tempo speso durante il loro impiego, le funzionalità maggiormente utilizzate, il tipo di connessione con cui si accede ad Internet e il posizionamento.

Come assicurato dai portavoce del gruppo di Mark Zuckerberg al momento della presentazione di Study, la piattaforma non archivierà dati riguardanti i messaggi scambiati con altri utenti, le foto scattate o memorizzate nel proprio device, le riprese video effettuate e le credenziali utilizzate per l'accesso ad un dispositivo o ad un servizio.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.