Facebook vale 300 miliardi di dollari

Facebook vale 300 miliardi di dollari

Mark Zuckerberg, fondatore del social network più grande della Rete e della corporation che lo gestisce, dovrebbe avere oggi un nuovo motivo di soddisfazione, Menlo Park avrebbe infatti raggiunto una valore di capitalizzazione pari a 300 miliardi di dollari, divenendo in questo modo una delle sette aziende più ricche potenti del Pianeta.

Questo risultato sarebbe stato raggiunto in seguito di un sorpasso a danno del colosso del commercio elettronico Amazon e della General Electric; quest'ultima, insieme alla Exxon Mobil rappresenterebbe oggi l'unica realtà che non opera nel comparto High Tech a posizionarsi tra le multinzionali più quotate presso Wall Street.

Continua dopo la pubblicità...

A favorire l'ulteriore crescita societaria del Sito in Blue sarebbero stato l'ottimo andamento dei bilanci nel corso dell'ultimo trimestre d'esercizio, con un fatturato al di sopra delle attese (circa 4.5 miliardi di dollari), un'elevato flusso di profitti (quasi 900 milioni di dollari) e un titolo azionario il cui valore avrebbe registrato un incremento del 6% nel periodo considerato.

Secondo quanto dichiarato da Sharyl Sandberg, Chief Operating Officer di Facebook, il progetto sarebbe stato premiato in particolare dagli investimenti effettuati per il mercato dell'advertising; a testimoniarlo vi sarebbero ricavi pubblicitari per 4.3 miliardi di dollari ottenuti grazie ad una crescita pari al 45% in questo delicato settore ancora dominato da Google.

Ad oggi 1.01 miliardi di utenti accederebbero al proprio account sul social network almeno una volta al giorno, mentre il totale degli iscritti sarebbe salito a ben 1.55 miliardi di unità; quasi tutta le crescita maturata da Facebook nel corso degli ultimi mesi sarebbe stata prodotta attraverso l'ecosistema mobile e le applicazioni della piattaforma per smartphone e tablet.

I commenti degli utenti

I commenti sono sottoposti alle linee guida di moderazione e prima di essere visibili devono essere approvati da un moderatore.